50 Sfumature di Rosso

Siamo a fine, questo (per fortuna) è l'ultimo capitolo della saga sulla storia tra il fantamiliardario Christian Grey e la sognatrice Anastasia Steele arrivato al cinema in tempo per il prossimo San Valentino, come ormai da tradizione.

Come è già stato per i primi due capitoli, il set è stato allestito a Vancouver. La cosa curiosa è che per il secondo capitolo la produzione registrò la pellicola con un titolo diverso, «Further Adventures of Max & Banks 2 & 3», per depistare i curiosi ed evitare che trapelassero troppe indiscrezioni. Quel «2 & 3» è da attribuire alla scelta di girare insieme entrambi i sequel.

2475 d103 00031r

Fissati alcuni limiti alla perversione, i due si sposano con una sontuosa cerimonia nuziale e la romantica luna di miele in Europa. Ma l’ex datore di lavoro di Anastasia, licenziato a causa di un comportamento sconveniente tenuto nei confronti della ragazza, è consumato dal rancore e dal desiderio di vendetta.

La saga soft erotica di maggior successo della letteratura, e ora del cinema, finalmente regala qualcosa in più. Non cambia molto, anche in Cinquanta Sfumature di Rosso: la  nudità è sempre presente e sempre utilizzata con i canoni della pubblicità di intimo. 

50 sfumature di rosso la recensione

Senza svelare niente del finale, la conclusione porta però tutta la serie verso il bivio del “sano” e “accettabile”, forse qualcosa di più duraturo? La risposta la darà la fine di questo terzo capitolo. 
Decidete voi se vederlo.