Il latte di soia non è latte

Il latte di soia non è latte. Per la Corte di Giustizia europea le bevande derivate da vegetali, come il latte di soia, non possono avere la dicitura di “latte” (o “yogurt”) poiché questi prodotti sono derivati da animali per definizione, ed è quindi sbagliato chiamarli così.

aa

Plaudono Confagricoltura e Coldiretti, secondo cui l’uso della parola “latte” per bevande vegetali come quelle di soia, che hanno raggiunto in Italia un valore al consumo di 198 milioni di euro (+7,4% nell’ultimo anno), inganna i consumatori e fa chiudere le stalle. (cit. WineNews.it del 15/06/2017)

Oh, mi si conceda un'esclamazione di approvazione. Che abbracci tutte quelle peculiarità - alcune di esse anche potenzialmente condivisibili - per cui troppo latte fa male alla salute, appesantisce & non si digerisce, è frutto di una sorta di "appropriazione indebita" nei confronti di animali che naturalmente lo producono per allattare, appunto, i nuovi nati. Tutto detto, ripetuto all'ennesima potenza, materia di conversazione tecnica ma sopratutto etica. Benzina sul fuoco sempre ardente di quella parte di mondo che si sente più buona per motivazioni assai opinabili. Ma se mettiamo da parte l'ascia di guerra, per i cinque minuti scarsi che occorrono per leggere questo articolo, una considerazione oggettiva e non soggettiva è quanto mai opportuna: si passa da un estremo all'altro, come in politica. E come in politica spesso i poli opposti si attraggono e finiscono per assumere medesime posizioni: eccessivamente border line utilizzare terminologie improprie, si rischia di ingannare il consumatore.

Per una volta la Corte di Giustizia europea mette il punto a questa storia: il latte di soia non è latte.

Vanni Marchioni su public company

by

in World -

Follow me

Tag