Mangiar bene a Genova

Innanzitutto il contesto, che incornicia tutto il resto: Genova. 

Città portuale, Repubblica Marinara. Un pozzo di storia, andirivieni e complessità gusto-olfattive. Talmente affascinante da risultare spesso incomprensibile agli occhi dei più. Un dedalo di stradine strette e male illuminate, odore e sudore di mare, cavalcavia e alberi maestro. Difficile da interpretare, Genova. Anche i suoi abitanti, un accento non immediatamente riconducibile alla regione che la ospita. Semplice riconoscere inflessioni dal Piemonte, dal Veneto, dalla Toscana, dal Lazio, dalla Campania. Figuriamoci da isole che considerano il proprio dialetto una vera e propria lingua, come il Sardo e il Siciliano. Meno semplice, per il sottoscritto, evincere un Ligure o un Friulano. Terre di frontiera, porti di mare. Luoghi talmente ameni ed estremi da portarsi appresso tutta una seria di curiose alternanze e contraddizioni. 

genova   costa

In questo intrigante labirinto di sensazioni tattili, suggerisco di mangiar bene presso il Ristorante Beluga, appena dietro la vecchia Darsena del Porto Antico. Specialità marinare cotte e crude in un ambiente ricercato e ricavato evidentemente da un vecchio DOCK del porto, un rimessaggio per imbarcazioni, attrezzi, reti o chissà cos'altro ancora. Colori scuri e intensi, soffitti molto alti. E una cucina da leccarsi i baffi. Ho fatto anche il turista, chiedendo al cuoco un buon piatto di trenette al pesto, con le patate e i fagiolini lessi, laddove evidentemente il quadrinomio pinoli/basilico/aglio/olio non rappresenta il core-business e il tema principale del ristorante. E come mi aspettavo accadesse, ho mangiato il miglior piatto di pasta al Pesto Genovese della mia vita. Chi cucina bene sa far tutto. Torniamo al menù principale, elaborato e semplice al contempo, un successo annunciato dalle buone apparenze che non hanno affatto ingannato il risultato. Si toccano e solleticano tutti i gusti, dal mare intensamente minerale e salino di ricci, tartufi e ostriche, alla semplicità delle acciughe e del fritto di paranza. 

[[foto-3]]

Carta dei vini a prevalenza territoriale e corretta. 

Tutto buonissimo, l'ho già detto? 

Enjoy it, in Via Jacopo da Levanto n°15. 

Vanni Marchioni su public company

by

in World -

Follow me

Tag