Le fotocamere mirrorless full-frame del produttore nipponico entreranno in un mercato sempre più agguerrito dove anche i brand storici stanno cercando un proprio posizionamento.

 

La Lumix S1 è una mirrorless a formato intero che però non è il classico modello stile A7 di Sony. A partire dal fattore di forma: si perde  la linea un po' più compatta delle mirrorless e si torna sul formato delle reflex. Un prodotto  professionale con il quale  Lumix ha però sottolineato come la società non volesse avere limiti tecnologici dovuti alla dimensione della fotocamera. Doppio slot di memoria, IBIS e alta qualità di ripresa hanno impattato da questo punto di vista.

Farle più grandi ha anche permesso di aumentare la durabilità delle fotocamere. Se la concorrenza punta a 200 mila utilizzi, le nuove soluzioni Panasonic ne garantiranno (e sono state testate per) supportarne di più.

Il corpo macchina di di Panasonic S1 e Panasonic S1R è resistente agli schizzi e alla polvere e per lavorare anche a basse temperature (superando i limiti della GH5). Questo permetterà ai fotografi di paesaggi, fotografi naturalistici e sportivi di non essere avere compromessi.

Perché entrare nel mercato full-frame? Secondo Yamane la decisione è giunta quando il progresso ha reso la tecnologia effettivamente utilizzabile anche in termini di servizi e supporto all'utente. Lo stesso si può dire per il mercato mirrorless full-frame, un'evoluzione tecnologica che ora è sfruttabile.

La "S" di Panasonic S1 e Panasonic S1R significa "Specializzata" e in particolare, sottolinea il dirigente, specializzata per i professionisti. Nonostante tutto, la società guarderà anche agli amatori di fascia alta.

Per me ora è il top.