3 cose che probabilmente non sai

Pare che il collo del papero, prelibatezza ancora oggi ricercatissima, venisse in antichità conquistato (nel senso di: acquisito) a suon di colpi battenti e solamente in determinate condizioni: allorchè il bipede volatile, sottoposto a opportuna (per gli standard etici dell'epoca) sodomizzazione, sviluppava il giusto grado di tensione muscolare veniva decollato con un taglio netto e secco che evitava alle carni di perdere preziose proprietà organolettiche in fase di cottura e farcitura. Non promuoviamo ovviamente siffatta modalità esattoria. 

aa

Il povero Signor Bigazzi, ospite fisso di un noto programma a tema gastronomico, fu cacciato in malo modo dalla Rai a causa di sue esternazioni in merito alla modalità di cucinare un gatto. Pratica che sosteneva, fosse stata in gran voga durante la guerra dalle sue parti (in Toscana) e in molte altre regioni. Bene, mia nonna era emiliana. E raccontava liberamente e serenamente la stessa storia. I Vicentini vengono ancora chiamati (con accezione dispregiativa, che non condividiamo) "magn'gatt", mangiagatti. E quindi? Qual è il problema? Dimentichiamo forse che il gatto ha la medesima conformazione fisica di un coniglio. E se il coniglio l'abbiamo sdoganato a tavola, perchè il gatto no? Perchè è vissuto come un animale domestico, ecco perchè. Ma allora sappiate che gli Americani ci odiano profondamente, perchè dalle loro parti è proprio il coniglio a essere considerato alla stessa stregua. Dunque all'estero siamo noi i cannibali, perchè mangiamo il coniglio. In casa nostra non possiamo dire che in tempo di guerra si mangiava il gatto, per sopravvivere agli stenti. Mah. 

beppe bigazzi e1452864077693

Il campanilismo sopravvive di sovente all'imperialismo, al colonialismo e alla globalizzazione. Il famoso e abusato Km 0 funziona a meraviglia perchè affonda le proprie radici laddove il linguaggio è comune, comprensibile, malleabile. Laddove ci si riconosce in prima persona. In Italia il rag. Ugo Fantozzi ha sbancato tutti i botteghini perchè era un personaggio comune, con le proprie incertezze (all'ennesima potenza, certo), incongruenze, banalità quotidiane. Finalmente si poteva NON divertirsi alla festa dell'ultimo dell'anno, vivaiddio. Insomma, nel 1975 esce il film Lo Squalo, di Steven Spielberg. Che balza rapidamente al comando di tutte le classifiche di incassi, di ogni Paese del mondo. 

Tranne uno, l'Italia, dove arriva secondo. Dietro Amici Miei. Questo per dire che. 

amici miei

Vanni Marchioni su public company

by

in World -

Follow me

Tag

iscriviti alla newsletter