A head full of dreams tour – Coldplay countdown

Manca solo una settimana alle due uniche date italiane del 3 e 4 luglio a San Siro, e per i fortunati in possesso del biglietto si preannunciano due serate memorabili.

aaa

La data dello scorso 22 giugno a Bruxelles è stata all'insegna del colore e dell'allegria, quasi a voler scacciare via anche in modo figurato, visivo tutte le paure e i turbamenti che ci circondano da un po' di tempo a questa parte. Sì perchè anche andare a un concerto è ormai diventato un problema. Vuoi per l'impossibilità di trovare un biglietto, ( e fu proprio in occasione della vendita delle date del tour dei Coldplay che si scatenò lo scorso anno lo scandalo del (tristissimo) fenomeno del secondary ticketing, ancora peraltro non risolto, vuoi per gli attentati che negli ultimi mesi hanno macchiato anche un libero momento di emozione ed aggregazione come un'esibizione dal vivo, vuoi perchè se ti va bene devi sborsare almeno 60 euro, (spese di viaggio, hotel, cibo e bevande a parte). Ma il popolo dei live esiste, resiste, persevera, cresce. E tantomeno si perde d'animo. Ero anch'io fra i 50mila presenti per i RadioHead a Firenze lo scorso 14 giugno, dove forse proprio la sicurezza e la tranquillità non sono mancate, mentre per l'impianto qualcosina da ridire ce l'avrei... ma andiamo oltre... adesso è il momento dei Coldplay!

Una band stratosferica, mondiale, cosmopolita che a poche ore di distanza dall'ennesimo e grazie al cielo fallito attentato alla Stazione Centrale di Bruxelles ha dato prova di assoluta fermezza, esibendosi con forte slancio e coinvolgimento.

Anzi, hanno pure inserito in scaletta all'ultimo momento una cover di “Formidable” dell' artista belga Stromae, con Chris Martin che indossava la bandiera belga a mo' di mantello.

E poi tutta la sera un tripudio di colori di fuochi d'artificio e di coriandoli, alternati a momenti di ricordo e di riflessione (durante “Everglow” Chris Martin ringrazia il pubblico per il coraggio di essere lì) in seguito a tutto quello che stiamo vivendo intorno a noi. Ma i Coldplay sono pieni di intensità e di luce, e di profondità, come si percepisce dalle loro canzoni più romantiche, (“The scientist”.. piano solo di Martin da brividi) o dalla magia di “Birds” e Yellow”. Poi scatta una vera e propria jam session quando i quattro Chris Martin (voce, chitarra e pianoforte), Jonny Buckland (chitarra), Guy Berryman (basso) e Will Champion (batteria) si esibiscono in un piccolo palco in mezzo alla folla, che impazzisce letteralmente.

E poi tutti in coro e dove meglio che in uno stadio sulle note di “Viva la Vida”, “Hymn For The Weekend “.

Una scaletta che accontenta assolutamente tutti i palati (ops, le orecchie!).

La scorsa settimana è anche uscito il loro singolo "All I can think about is you", e il prossimo 14 luglio uscirà in digitale l'Ep Kaleidoscope.

Paola Mattioli su public company

by

in Music -

Follow me

Tag