Michel Petrucciani: storia di un mito

Noi musicisti siamo ancora i tipi con i quali non vorresti che se la facesse tua figlia! - Michel Petrucciani

La mia più grande fonte di ispirazione è Duke Ellington, perché quando ero piccolo mi fece nascere il desiderio di suonare il pianoforte.

mi0001420327

Questo mito del jazz nasce a Orange (in Francia) il giorno 28 dicembre 1962; di origini italiane, il nonno era di Napoli, mentre il padre Antoine Petrucciani, meglio conosciuto come Tony, era un rinomato chitarrista jazz, dal quale il piccolo Michel assorbe subito la passione per la musica. 

Soffre della “malattia delle ossa di vetro” che lo condanna ad una vita di sofferenze e dolori agli arti. A causa della fragilità delle sue ossa, Michel sarà ripetutamente soggetto a fratture, anche multiple, e ingesserà spesso braccia e gambe. E’ la condizione che allontanerebbe chiunque dall’idea di intraprendere una carriera di musicista.

thumb 11671 film film big

I genitori riescono a recuperare un pianoforte verticale nella vicina base militare dove lavorava a quel tempo il padre Tony. Da allora il piccolo Michel potrà iniziare a dedicare gran parte delle sue giornate allo studio serio e professionale del pianoforte.

Merito indiscusso del padre Tony (a cui più tardi dedicherà un intero album come segno della sua devozione), in casa si respira subito la grande musica jazz dei miti Miles DavisArt TatumBill EvansOscar Peterson, ma non manca l’ascolto della musica classica, Debussy, Bach e Mozart.

179d45990a4f188223c8793f74cad

All’età di tredici anni Michel Petrucciani tiene il suo primo concerto da professionista e inizia così la sua carriera nel mondo dei musicisti professionisti.

Il resto è storia.