Cosa visitare a UlaanBaatar [week 1]

Eccoci qua, dopo una settimana di permanenza a UlaanBaatar, a scrivere il primo articolo dall’altra parte del mondo. Da dove iniziare?

Dal 18 ottobre, giorno del nostro arrivo al piccolo aeroporto di Genghis Khan, pieno di persone intente a offrirci un passaggio verso centro, ovviamente in cambio di denaro. Da qui non ci sono ne autobus ne treni, solo taxi, e noi abbiamo scelto quello ufficiale per 20.000MNT (circa €6).

mongoli 1 750x502

UlaanBaatar non si presenta come ce l’aspettavamo: l’orizzonte è tagliato dalle industrie che sputano fumo nero, il panorama è nascosto da alti edifici moderni e il centro città è attraversato da grandi strade perennemente trafficate da migliaia di macchine. Abbiamo passato le prime due notti a “Angara Hotel” per 120.000 MNT (circa €40), comodo e carino, non molto distante dal centro e ben collegato. Noi siamo stati molto fortunati dato che abbiamo trovato un host su couchsurfing.com, un carinissimo ragazzo mongolo che ci ha dato tanti suggerimenti e consigli su cosa fare e come muoverci in città, oltre ad ospitarci e a trattarci come fratelli. 

UlaanBaatar non è molto grande e le maggiori attrazioni sono:

  • Piazza Sukhbaatar è la piazza principale della capitale nella quale è situata la grande statua di Damdin Sukhbaatar, l’uomo che lottò per l’indipendenza della Mongolia.
  • Tempio di Megjid Janraysig è il tempio dove vi è situato il “Buddha della compassione” alto 26 metri e coperto di lamine d’oro. 
  • Monastero di Gandantegchilen originariamente situato al centro di UlaanBaatar il Gandantegchilen Monastery è stato spostato dal quinto Bogd Jebzundamba nel 1838 nella parte est di Ulaanbaatar. 
    Il secolo successivo il monastero si ampliò edificando 9 istituti, una biblioteca e abitazioni trasformandola in una comunità per 5000 monaci.. Gandantegchilen monastery è diventato un importante centro di insegnamento del buddismo.
  • Tempio Choijin Lama (museo) tempio buddista situato nel quartiere di downtown, dove ha vissuto Luvsan Haidav Choijin Lama.
  • Palazzo di Bogd Khaan (museo) residenza invernale dell’ultimo Bogd Khaan di Mongolia.
  • Monumento Zaysan situato in una collina a sud della capitale, vi sono  raffigurate immagini che celebrano l’alleanza tra la Mongolia e Unione Sovietica durante la Seconda Guerra Mondiale.

mongolia

Agoba su public company

by

in World -

Follow me

Tag

iscriviti alla newsletter