Terelj National Park

A tre giorni dal nostro arrivo nella capitale di UlanBaatar abbiamo deciso di allontanarci un pochino dal traffico e dallo smog. Abbiamo alloggiato presso una Gher, simbolo dello stile di vita nomade mongolo, che pur essendo ideata rispecchiando uno stile di vita pratico, le decorazioni sono curate al dettaglio.

dsc 5513

Noi abbiamo assaporato la semplicità nella sua interezza stando a stretto contatto con la famiglia che ci ha ospitati, la natura incontaminata ricca di animali selvatici e ottimo cibo. Da consigliare a chiunque intenda intraprendere un viaggio nella terra di Gengis Khan!

dsc 5536

Come Arrivare

Ci sono due modi per raggiungere Terelj:

  • Taxi : comodo, veloce ma costoso (80.000MNT)

  • Bus : scomodo, lento ma economico (2.500MNT a persona)! Esiste un solo autobus che può portarti a Terelj, il XO:4, lo si può prendere in Peace Avenue alle 16.00 per arrivare verso le 18.30.

Gher Camp

Alloggiare in una gher è stata una delle esperienze più emozionanti mai avute prima, e se volete provare anche voi questi brividi ci sono due modi per farlo:

  • Prenotare in anticipo: c’è un ufficio del turismo vicino Sukhbaatar Square, loro penseranno a riservarvi una gher e a darvi tutte le indicazioni necessarie.
  • Essere ospitati da una famiglia nomade, a nostro avviso, è l’esperienza più bella che si possa vivere. Essendo a stretto contatto con le persone locali potrete vedere e vivere di persona le tradizioni millenarie dei Mongoli.

Nel caso in cui non riusciste a trovare alcuna sistemazione potrete sempre campeggiare lungo l’area di Terelj.

dsc 5505

Curiosità

La porta delle Gher è sempre rivolta a sud per ricevere il massimo calore e luce del sole. Di solito si sono quattro posti letto e l’ospite siede a nord rispetto alla porta. I nomadi usano peli di criniera di cavallo per collegare il tetto della Gher con le pareti.

Agoba su public company

by

in World -

Follow me

Tag

iscriviti alla newsletter