Addio allo scienziato della «teoria del tutto»

L’astrofisico di fama mondiale Stephen Hawking è morto all’età di 76 anni. La notizia arriva stamattina da Cambridge ad annunciarla i suoi familiari. 

Stephen Hawking ha convissuto per oltre 55 anni con la Sla, una malattia invalidante che negli anni Ottanta lo costrinse all'immobilità ma che non gli impedì di diventare uno dei più grandi scienziati a livello mondiale. 

photo990

La passione per la scienza fu più forte della malattia e Hawking ha avuto una delle esistenze più straordinarie del Novecento. La malattia non gli aveva impedito di studiare e diventare uno dei maggiori scienziati a livello mondiale. Si concentrò sullo studio del cosmo e in particolare dei buchi neri: con le teorie quantistiche, scoprì che questi perdono radiazioni e particelle, nel loro ciclo che li porta a collassare e scomparire. 

"Li chiamiamo buchi neri perché sono legati alla paura umana di essere distrutti o ingoiati da qualcosa. Io non ho il timore di finirci dentro. Li comprendo. In un certo senso sento di essere il loro padrone."

Fu così che eresse le basi della sua successiva "teoria del tutto", una spiegazione uniforme e omogenea di come funziona tutto ciò che esiste. Hawking ha rivoluzionato la scienza e il mondo.

stephen hawking

Impossibilitato a parlare, si esprimeva attraverso un sintetizzatore vocale di un computer, con sensori che leggevano i movimenti del suo sguardo per interpretare i comandi e le parole da scrivere e riprodurre: fu così che scrisse molti dei suoi libri. La voce metallica del sintetizzatore divenne parte integrante di Hawking: lui stesso ne faceva ironia e si prestava a gag nei programmi televisivi.

"Se dovessimo scoprire una teoria completa per tutto, dovrebbe diventare comprensibile per tutti, non solo per un gruppo di scienziati."

La sua sete di conoscenza e la ferma volontà di rendere le sue scoperte accessibili e comprensibili a tutti, ne hanno fatto un'icona dell'astrofisica e un modello ispiratore a livello mondiale.

Ciao Stephen, "vola come superman nella microgravità"

stephen hawking05