Cuba - Filini, 2005

FILINI, 2005

Cuba: controllata, stanca, povera che mangia solo fagioli neri riso nero e pollo, senza musica e balli per le strade ma ciò nonostante meravigliosa. L'Hotel National all'Habana, una delle città più belle del mondo… tutti o quasi, in gran completo bianco scambiati per cantaor, musicisti per le vecchie strade in bianco e nero…

… al Floridita affogati negli stupendi daiquiri e sulle note gesticolate di “Volare” per la prima della Lemur-Band… la tourneè in Messico… una gran cena al Cafè de l'Orient messo al buio per il nostro gelato flambè e il francese di Duccio… Trinidad: la Casa de la Musica, in lutto per il papa, la Cueva chiusa…. il cammello-coniglio Morgan, le mise ipergriffate di Davide, l’aplomb intaccato da dentro di Francesco… il Cius innamorato, il mercato con le tovaglie e le camicie di cotone bianco abbagaliante che si specchiano sull antico ciottolato, un cavallo azzoppato… “il “collezionista di mostri” al Brisas del Mar…. il brindisi col vaso da fiori di Massimo l ultima grande uscita di Paolino prima che l’influenza ce lo nascondesse… le “conquiste amorose” che convertono i più sfigati o assatanati in irresistibili latin lover…il bacio canaglia nel sonno del Lemur ad Alino…. già !!!

Alino e Marco alias i fratelli Romagnoli, meriterebbero un capitolo a parte, un film, uno spazio fisso a Zelig…. Strepitosi !!!! un piacere guardarli parlare… 4 anni di distanza fra loro e un gran rapporto … Alino, riccioli biondi sul viso allungato, domande ripetute all'infinito chiuse con onnipresente domande “eh?? vero???… vero eh??!! eh Leo vero???….oh, oh“ con i polpastrelli delle mani che leggeri si posano sulla punta delle spalle o del ginocchio a cercare conferma alle domande…” si leone, si, si.”… “sudicio”…”le zoccole non dichiarate di Prato“…”puerco kinder bueno”… il Cubanito, le improbabili maglie col numero di telefono nome e cognome, 2 mila euro per ripulirsi dalle onde magnetiche, la signora snob che scivola sul pavimento fresco di cencio e viene asciugata con un cencio catramoso… uno spettacolo !!!!

Arriviamo a Playa dell'est ed ecco apparire il VERO Filini Tour degno di uno dei cult del Ragionier Fantozzi! Un freddo ed un vento invernale batte al tramonto un villaggio di centinaia di ville molte delle quali in rovinoso abbandono delle quali siamo gli unici abitanti circondati da poliziotti ad ogni angolo, il mare è lontano, gli scorpioni e i preservativi abbandonati nelle stanze invece sono vicini al cuscino… il mattino la musica è ben diversa, il sole e il mare dei tropici, il ritorno all Habana, lo splendido Hostal Valencia con le sue camere altissime i suoi letti in ferro enormi e le porte azzurro portoghese…. arriviamo alla casa della Musica scendendo coi nostri vestiti bianchi in uno dei quartieri meno tanquilli della città - muy ricco…mafia…italia - dai pochi ragazi in hip hop, ragazze convertibili subito al braccio per entrare, Marco ubriacato apertamente da Duccio e perfidamente dice Alino da me mentre è girato, Francesco non si capisce se è più schoccato o divertito…. la colazione per salutare la città al Cafè de Paris accanto all Hotel Inglaterra tra maioliche arabeggianti e una vecchia pianista dai riccioli neri.. …..siamo partiti in 16 torniamo in 15, il Fanta ha trovato il suo Paradiso….

Bobo Francesco Fanta Nicola Davide Omar Lemuro Samuel Paolino Duccio Santioni Leo i 2Romagnoli Morgan Francesco, una bella banda per un bel viaggio.

Leandro Bisenzi su public company

by

in World -

Follow me

Tag