“Hidden Treasures of Creativity” Adobe digitalizza Munch

Adobe ha presentato “Hidden Treasures of Creativity” un bel progetto, originale ed innovativo che ricrea grazie alla tecnologia digitale i pennelli di Edward Munch.

adobe edvard munch 02

Tutto questo è stato creato con la partecipazione del Museo di Munch di Oslo e con Kyle T. Webster, produttore di pennelli Photoshop.

Dentro Creative Cloud, Adobe ha duplicato sette pennelli originali di Munch e li ha messi a disposizione degli utenti di Photoshop e Sketch.

I pennelli dell’artista sono stati fotografati a 360 gradi utilizzando una fotocamera ad alta risoluzione. Lo sviluppo di dati e scansioni in pennelli di Photoshop è stato poi svolto da Webster. 

Musei come il Met di New York e il Rijksmuseum di Amsterdam stanno già mettendo a disposizione le loro raccolte online per provare a mantenere viva la considerazione del pubblico verso l’arte classica.

Per maggiori informazioni su come utilizzare i pennelli digitali, avete tempo fino a domani: fino al 22 Giugno è disponibile una serie di tutorial in streaming qui.

Tiziana Aleotti su public company

by

in World -

Follow me

Tag